Archivio

Archivio Febbraio 2009

Mister prezzi e la ” catena del valore ” di Ascanio de Sanctis

24 Febbraio 2009 Nessun commento

   Data la rilevante volatilità dei prezzi dei beni e dei servizi, a causa delle scosse cui è sottoposta l ‘ economia, è necessaria più che mai l ‘ azione di Mister prezzi. Purché sia assistito da una squadra competente ed efficace di analisti diffusi sul territorio nazionale che si avvalga anche delle segnalazioni delle associazioni dei consumatori per non diventare un carrozzone burocratico.
   Ma per contrastare la persistenza di pratiche monopolistiche  o comunque una insufficiente concorrenza , sia in periodi di inflazione che di deflazione, non basta il controllo dei prezzi. Serve anche l’intervento dell’Autorità garante del mercato e della concorrenza. Serve il controllo della " catena del valore " per verificare in quale anello di essa – che va dal produttore ai vari livelli di distribuzione e poi al consumatore finale – si generino rendite di posizione e speculazioni.
   In un periodo di crisi è intollerabile che a fronte delle difficoltà economiche di alcuni settori della popolazione ci siano ancora possibilità di indebito arricchimento a causa di colli di bottiglia nel flusso economico. È  indispensabile che alle analisi di Mister prezzi e  della sua struttura seguano non solo proposte ma anche misure concrete per sanare le situazioni individuate.

Prosegui la lettura…

Chi vuole veramente le leggi di tipo sovietico?

16 Febbraio 2009 Nessun commento

 

Secondo Silvio Berlusconi, la nostra Costituzione è di tipo sovietico. Per amor di polemica voglio dargli ragione. Ma se la sua tesi fosse vera, dovrei concludere che lui ne vuole una attuazione di tipo asiatico. Faccio un esempio concreto e mi riferisco all’art. 32 della Costituzione che tutela la salute e che è stato continuamente richiamato in queste settimane. Il comma 2 afferma: " nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge" . Preso isolatamente senza coniugarlo con gli altri commi e alla lettera, il secondo comma della art. 32 significa che trattamenti sanitari possono essere imposti dalla legge (sovietica). E i diritti e le libertà dei cittadini? Ma l’art. 32 ha un comma 1 e un comma 3 che vanno letti e analizzati per intero e nel loro significato ragionevole.

Prosegui la lettura…

Berlusconi e la negazione della democrazia partecipativa e deliberativa.

9 Febbraio 2009 Nessun commento

 

Sabato 7 febbraio 2009 Silvio Berlusconi ha continuato il suo golpe strisciante. Attaccava la Costituzione perché, a suo dire, sarebbe di tipo sovietico. Poi aggiungeva che non si governa senza decreti. Evidentemente la sua cultura costituzionale e istituzionale è molto bassa. È quella di un imprenditore che confonde le istituzioni con una azienda dove, secondo uno schema aziendalistico ormai superato anche nelle imprese piccole e medie,  vige rigorosamente  il principio gerarchico e, cioè, comanda solo il padrone. La Costituzione italiana è liberaldemocratica e di tipo occidentale. Incorpora il principio della separazione dei poteri. Prevede una forma di governo parlamentare e non ha niente a che fare con quelle di tipo sovietico. Chiunque abbia un minimo di cultura costituzionale – direi di educazione civica – sa che nelle costituzioni di tipo sovietico si governava per atti di imperio del segretario del Partito comunista, del suo Comitato centrale e che il ruolo delle assemblee legislative pure esistenti nei vari regimi era molto limitato. Non c’era e non c’è separazione dei poteri e il partito comunista si riserva un ruolo egemone. Berlusconi, nella sua costante opera di disinformazione, nasconde che è proprio lui che vuole una costituzione di tipo non sovietico ma certamente autocratica: un uomo solo al comando; con un premier che decide da solo; con un Parlamento ridotto al ruolo di notaio che mette i timbri se e quando necessari.

Prosegui la lettura…

La tragedia di Eluana e la crudeltà del governo Berlusconi.

7 Febbraio 2009 Nessun commento

 

La tragedia di Eluana Englaro continua. Ieri 6 febbraio la protervia del governo ha messo in forte tensione i rapporti con la Presidenza della Repubblica. Contrariamente alle attese, il Consiglio dei Ministri in mattinata ha approvato all’unanimità un decreto legge per bloccare la riduzione progressiva dell’alimentazione e idratazione di Eluana. Sulla questione era già intervenuto pesantemente il ministro del Welfare con un atto di indirizzo alle strutture sanitarie pubbliche e private dopo che una sentenza della suprema corte di Cassazione aveva confermato il provvedimento della Corte di Appello di Milano. Ieri in serata l’ineffabile ministro ha deciso di mandare gli ispettori.

Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag: , , , ,

I ragazzi di buona famiglia di Ascanio de Sanctis

4 Febbraio 2009 Nessun commento

I componenti di un branco che delinque vengono spesso etichettati dai media come " ragazzi di buona famiglia ". Ma genitori che non abbiano educato i propri figli non possono essere considerati una buona famiglia. Anche se hanno provato a farlo ma non ci sono riusciti , anche loro non sono una buona famiglia. Anche se credono di averli educati ma non hanno mai controllato il loro comportamento, non sono una buona famiglia.

Prosegui la lettura…